“CIRC. N. 49/2016 – Valutazione inventario bilancio al 30.6”

Posted by on Giu 23, 2016

“CIRC. N. 49/2016 – Valutazione inventario bilancio al 30.6”

Con l’approssimarsi delle scadenze civilistiche e fiscali di chiusura dell’esercizio, si rende necessario provvedere alla valutazione delle rimanenze di magazzino relative a merci, materie prime, prodotti in corso di lavorazione, lavori e servizi in corso su ordinazione e prodotti finiti esistenti al 30/06/2016 presso i magazzini dell’impresa, ovvero anche presso terzi (in conto deposito, conto lavorazione, conto installazione, ecc.).

Invitiamo, pertanto, tutti coloro che svolgono attività d’impresa a redigere l’inventario analitico di magazzino con riferimento alla situazione esistente al 30/06/2016 nel quale dovranno essere indicate le giacenze secondo i seguenti criteri:

merci Distinta analitica di tutte le merci raggruppate, secondo categorie omogenee (per natura e valore), con l’indicazione del criterio valutativo adottato.
materie prime Distinta analitica di tutte le materie prime, raggruppate secondo categorie omogenee, con l’indicazione del criterio valutativo adottato.
prodotti in corso di lavorazione Distinta analitica dei prodotti in corso di lavorazione con l’indicazione dei costi di produzione sostenuti fino al 30/06/2016.
lavori e servizi in corso su ordinazione Distinta analitica di tutti i lavori e servizi su ordinazione in corso di esecuzione al 30/06/2016 con l’indicazione del criterio valutativo adottato (costo di produzione o corrispettivo pattuito), nonché del costo industriale sostenuto/corrispettivo ragionevolmente maturato fino alla data medesima.

N.B. Si ricorda che, nel caso di commesse di durata ultrannuale, sarà anche necessario predisporre un prospetto illustrativo dei criteri di calcolo adottati per la successiva dichiarazione dei redditi.

prodotti finiti

Distinta analitica di tutti i prodotti finiti con l’indicazione dei costi di produzione sostenuti per l’ottenimento dei prodotti stessi.

Per coloro la cui contabilità è gestita dal nostro studio, Vi preghiamo, al fine di poter redigere nel migliore dei modi la dichiarazione dei redditi, di farci avere copia del dettaglio delle rimanenze finali entro il 30/06/2016.

Per coloro che gestiscono al proprio interno la contabilità ricordiamo che la stesura del libro inventari deve essere redatto entro tre mesi dal termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

Data l’importanza civilistica e fiscale dell’adempimento, si invita la spettabile clientela a redigere l’inventario con la massima cura e precisione.

Lo studio rimane a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Dott. Maurizio Dal Mas