“CIRC 55-2020 Aggiornamenti Covid 19”

Posted by on Mar 27, 2020

Oggetto: Aggiornamenti Covid19

Nella tarda serata di ieri sera sono stati pubblicati:

  • il Decreto Legge 25 marzo 2020 n. 19 che ha attribuito i poteri di emergenza durante la fase critica del Coronavirus Covid 19 e risolto, si spera, i conflitti con le Ordinanze Regionali in materia di attività economiche;
  • l’aggiornamento da parte del MISE dei codici Ateco delle aziende autorizzate a proseguire l’attività, con la concessione di un ulteriore periodo di transizione per quelle non più autorizzate (All. 1).

Riportiamo sotto l’allegato 1 della presente circolare il DM MISE 25 marzo che include la tabella dei codici ATECO autorizzati alla prosecuzione dell’attività con evidenziati in VERDE i codici “novità” rispetto al DPCM 22 Marzo ed in GIALLO le eccezioni.

Il quadro delle imprese autorizzate alla prosecuzione dell’attività deve quindi essere nuovamente rivisto. Le imprese che dovranno sospendere la propria attività per effetto della nuova formulazione delle attività consentite potranno ultimare le attività necessarie alla sospensione, inclusa la spedizione della merce in giacenza, fino alla data del 28 marzo 2020.

Segnaliamo, inoltre, che, parallelamente al Decreto di cui sopra, permane l’applicazione dell’Ordinanza n. 514 della Regione Lombardia, allegata alla nostra circolare n. 48 del 23 marzo u.s., che pone ulteriori limitazioni alle attività ritenute essenziali.

Ricordiamo inoltre che le attività sospese che proseguono in quanto funzionali a garantire la continuità delle filiere delle attività essenziali, oppure in quanto assicurate da impianti a ciclo produttivo continuo dalla cui interruzione derivi grave pregiudizio all’impianto stesso o un pericolo di incidenti, devono essere comunicate preventivamente al Prefetto della provincia ove è ubicata l’attività produttiva (All. 2). A tal proposito, precisiamo che tali società devono limitare la propria attività e produttività esclusivamente per le aziende segnalate come essenziali, evitando assolutamente di produrre e/o lavorare per altre aziende non rientranti nell’ambito di applicazione del DPCM 22/03/2020.

Infine, tutte le attività che mantengono l’operatività per i motivi di cui sopra, hanno l’assoluto obbligo di dare esecuzione al Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del Covid-19 nei luoghi di lavoro del 14/03/2020.

In allegato alla presente Circolare produciamo anche una serie di risposte alle frequenti domande (FAQ), pubblicate nella giornata di ieri da Confindustria (All. 3).

Le risposte contenute nel documento di Confindustria sono da assumere come mero indirizzo di buon senso e quindi non sono state avallate dalle autorità competenti e quindi vanno lette con estrema prudenza.

Merate, 26 marzo 2020

Circ 55 All. 1 DM MiSE 25 marzo 2020

Circ 55 All. 2 comunicazione_prefettura_dpcm-22032020

Circ 55 All. 3