“CIRC. 11-2019 CU e promemoria per Certificazione e modello 770-2019”

Posted by on Gen 23, 2019

“CIRC. 11-2019 CU e promemoria per Certificazione e modello 770-2019”

Spett. Cliente,

Per il periodo di imposta 2018, i sostituti d’imposta utilizzano la Certificazione unica 2019 (Cu), per attestare i redditi di lavoro dipendente e assimilati, i redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi nonché i corrispettivi derivanti dai contratti di locazioni brevi. Tale certificazione si sdoppia in due modelli:

–     Modello ordinario, da trasmettere telematicamente alla Agenzia delle Entrate entro il 7 Marzo 2019;

–     Modello sintetico, rappresenta la vera e propria certificazione che il sostituto di imposta dever rilasciare al percipiente entro il 1° aprile 2019.

Si precisa che la trasmissione telematica delle certificazioni uniche contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione dei redditi precompilata, può avvenire entro il termine di presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta ovvero entro il 31 ottobre 2019.

In merito all’obbligo di compilazione ed invio del modello 770/2019 per l’anno 2018 da predisporre anche in presenza di Certificazione Unica, Vi invitiamo a prendere direttamente accordi con i Vostri consulenti del lavoro, sia per quanto riguarda la redazione del modello 770/2019, sia per quanto riguarda la predisposizione dei suddetti modelli di Certificazione Unica.

Nel caso in cui nel corso del 2018 non abbiate avuto alcun dipendente o collaboratore coordinato e continuativo, gli adempimenti inerenti il modello 770/2019, verranno adempiuti dal nostro Studio ed in tal caso dovrete trasmetterci la seguente documentazione, entro il 15/02/2019:

  • dichiarazione modello 770/2018 per anno 2017, nel caso non sia stato compilato dal nostro Ufficio.
  • Copia documenti compensi soggetti a ritenuta di acconto, erogati nel 2018 a lavoratori autonomi (professionisti, collaboratori occasionali), con annotato, in modo evidente, la data del pagamento del compenso e la causale con allegato modello F24 versamento ritenuta relativa, quietanzato. I documenti di cui sopra divisi per collaboratore e, possibilmente in ordine cronologico.
  • Copia documenti provvigioni corrisposte nel 2018, per intermediazioni di qualsiasi genere, con annotato, in modo evidente, la data del pagamento della provvigione e la causale con allegato modello F24 versamento ritenuta relativa, con dati quietanza. I documenti di cui sopra divisi per collaboratore e, possibilmente in ordine cronologico.
  • Copia documenti di pagamenti soggetti a ritenuta effettuati nel 2018 relativamente a ristrutturazioni immobili (50% irpef) e /o interventi di risparmio energetico (65% irpef) con allegata apposita certificazione rilasciata dall’Istituto di credito che ha provveduto a bonificare i suddetti pagamenti, previa ritenuta del 8%.
  • Copia documenti di pagamenti NON soggetti a ritenuta effettuati nel 2018 nei confronti di soggetti MINIMI e FORFETTARI. Tali fatture, anche se non evidenziano ritenute di acconto, devono essere elencate nella CU.

 

  • Prima di consegnarci i documenti di cui sopra verificare che ogni documento riporti tutti i dati anagrafici del percipiente (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, codice fiscale), e nel caso non siano completi integrare il documento.
  • Nel caso il compenso sia stato corrisposto a un soggetto estero, indicare sul documento il codice identificativo estero, la località estera, via e numero civico e lo Stato Estero.
  • Nel caso in cui delle ritenute d’acconto siano state versate dopo la scadenza, Vi preghiamo di segnalarlo.
  • Nel caso in cui siano stati predisposti dei ravvedimenti operosi, a seguito di ritardati o minor versamenti, Vi invitiamo a trasmetterci il prospetto di calcolo, nel caso lo abbiate fatto Voi, o a segnalarcelo nel caso lo abbia predisposto il nostro Studio.
  • Se nel corso del 2018 sono state versate ritenute in eccesso o compensazioni di ritenute, Vi invitiamo a segnalarlo e in caso di compensazione Vi suggeriamo di compilare un prospetto di riconciliazione.
  • Consegnare schede contabili intestate ad ogni lavoratore autonomo o agente, con le registrazioni del 2018 e mastrini dei conti ritenute operate.

***

Lo studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.

Merate, 23 gennaio 2019

Dott. Maurizio Dal Mas