“CIRC. 91-2022 Verbali di fine anno a rischio nullità”

Posted by on Nov 8, 2022

“CIRC. 91-2022 Verbali di fine anno a rischio nullità”

Il 31 dicembre prossimo decade il potere di rettifica per le dichiarazioni presentate entro il 31 dicembre 2017 (periodo di imposta 2016) e per quelle omesse relative al periodo di imposta 2014.

I verbali consegnati dal 31 ottobre per contestazioni relative al periodo di imposta 2016 presentate nel 2017 rischiano di determinare atti impositivi nulli se non motivati da specifici motivi di urgenza. L’agenzia delle Entrate, infatti, deve attendere 60 giorni per la notifica degli accertamenti che a questo punto scadrebbero oltre il 31 dicembre con la conseguente decadenza del potere impositivo per l’anno 2016. Secondo un rituale che si ripete ormai ogni anno, anche in questi giorni, si assiste purtroppo alla chiusura rapida dei controlli per il periodo di imposta 2016, proprio perché si rischia di generare degli atti impositivi invalidi. Così, il rapporto collaborativo tra fisco e contribuente tanto pubblicizzato, anche quest’anno, per le modalità di controllo poste in essere da vari uffici territoriali rischia, in concreto, di non essere attuato. Sarebbe sufficiente, nella maggior parte dei casi, che i controlli venissero programmati dando priorità nella prima metà dell’anno a quelli relativi a periodi di imposta in scadenza (nella specie il 2016) per evitare la solita puntuale prassi: richieste urgenti di documenti pena la minaccia dell’accertamento induttivo, indagini bancarie che non si riescono a concludere per le quali l’ufficio “prudentemente” già preannuncia l’emissione dell’avviso di accertamento entro fine anno soltanto al fine di evitare la scadenza dei termini, per poi rettificarne in tutto o in parte il contenuto l’anno prossimo in sede di adesione ecc.

Fonte: Sole24Ore

Lo Studio rimane naturalmente a disposizione per ogni necessario chiarimento.

Merate, 8 novembre 2022

TOP QUALITAS S.R.L.