“CIRC. 52-2020 Nessuna proroga sugli avvisi bonari”

Posted by on Mar 25, 2020

“CIRC. 52-2020 Nessuna proroga sugli avvisi bonari”

L’Agenzia delle Entrate e la Riscossione chiariscono alcuni dubbi su scadenze di cartelle, accertamenti, avvisi bonari e altri atti.

Nessuna sospensione per avvisi bonari, conciliazioni, mediazioni, per i quali quindi, anche se scade in tale periodo (periodo tra 9 marzo e 15 aprile) la prima (o una) rata del piano già in corso, non è possibile beneficiare di alcuna sospensione.

Il decreto ha espressamente sospeso le cartelle di pagamento in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio (articolo 68). Dovranno così essere saldati entro fine giugno in unica soluzione. Nelle more, è possibile presentare specifica istanza di rateazione (mail, pec, sito). Nel caso, invece, in cui sia già in corso una dilazione di pagamento, si potranno sospendere le rate scadenti in questo periodo, ma dovranno essere versate in un’unica soluzione entro fine giugno, per riprendere, successivamente, il piano originario.

Ancora qualche perplessità resta per l’ipotesi di impugnazione delle cartelle: la sospensione sembra riguardare solo il pagamento e non i termini per proporre ricorso, con la conseguenza che l’impugnazione dovrà essere presentata considerando la pausa di (soli) 38 giorni (dal 9 marzo al 15 aprile).

Merate, 25 marzo 2020

TOP QUALITAS SRL